La FAMIGLIA nel mondo

La FAMIGLIA nel mondo

Seguite Happy Family in questo viaggio alla scoperta di culture e tradizioni del mondo.

Che cos'è la FAMIGLIA? E' un concetto che assume sfumature diverse a seconda dei luoghi e delle persone, ma che ovunque significa sempre Affetto.

CULTURA NORD-EUROPEAFIDUCIA

La famiglia del nord Europa è molto pragmatica. Genitori che spingono i figli verso l’indipendenza fin dalla tenera età, bambini che imparano presto a responsabilizzarsi e a cavarsela in ogni situazione. Mamme lavoratrici e determinate, che non guidano la “brum brum” ma l’auto, che non indicano un “bau bau” ma un cane. Ci sono molte regole che però vengono rispettate e garantiscono paesi con un grado di civiltà e di cultura elevatissimo. Una curiosità? Sembra che i bambini nordici vegano temprati con un pisolino…all’aperto! Se riescono a dormire con temperature dagli 0 ai -23 gradi, nessun ostacolo della vita sarà per loro insuperabile!

CULTURA HAWAIANA: OHANA 

Ohana significa famiglia, famiglia significa che nessuno viene abbandonato o dimenticato”. Chi potrebbe scordare queste famose parole del cartone animato “Lilo e Stitch”? Racchiudono perfettamente l’essenza del concetto “famiglia” nella cultura hawaiana: unione e aiuto reciproco, sostegno e cooperazione. Ohana non vale solo per i legami di sangue, ma anche per tutte quelle persone, come gli amici, con cui si ha un rapporto profondo. 

CULTURA GIAPPONESE: PRESENZA E LEGAME

La famiglia giapponese può essere ben descritta dal termine amae, sostantivo del verbo ameru, “dipendere da”. L’amae è espressa dal rapporto, consolidato fin dai primi mesi di vita, tra la madre e il figlio, che diventano un tutt’uno. Questo tipo di rapporto alimenta una dipendenza reciproca che cresce con gli anni: il bambino non dorme nella sua cameretta, ma nella camera dei genitori e nella cultura locale è normale che un giovane viva nella casa d’origine fino all’età di 30-35 anni come supporto alla famiglia. In Giappone la famiglia riveste un ruolo fondamentale all’interno della società. 

CULTURA AFRICANACONDIVISIONE 

La famiglia in Africa indica non soltanto il legame di sangue dei membri, ma include anche il concetto del clan, della tribù, dell’affinità, del sacerdozio, degli antenati e, attraverso patti sociali, anche degli amici e dei forestieri. Per diventare membri della famiglia africana bisogna superare dei riti di iniziazione; ogni cultura dell’Africa è diversa, ma fondamentale in tutte è la sacralità della famiglia. 

CULTURA ITALIANA: PORTO SICURO

La famiglia tradizionale italiana, agricola e patriarcale, era molto numerosa: nonni, genitori, figli e nipoti vivevano sotto lo stesso tetto. Normalmente gli uomini lavoravano, mentre le donne stavano a casa ad occuparsi delle faccende domestiche e dell’educazione dei figli. Nel corso del ‘900 il nostro paese si è convertito all'industria e si è verificato un mutamento radicale nella società. Oggi il concetto di “famiglia” si è modificato e ampliato, ad includere nuclei famigliari di ogni tipo, ma in cui sempre torna una caratteristica: l’affetto. 

Famiglia è sapere che non sarò mai solo, che avrò sempre qualcuno con cui dividere i dolori e condividere le gioie. È un porto sicuro anche in mezzo alla tempesta. 

Vuoi condividere questo post?