Come Conservare l'Argento per Evitare l'Ossidazione

Come Conservare l'Argento per Evitare l'Ossidazione

A chi di noi è capitato di aver lasciato il nostro gioiello in argento preferito sul comodino e di averlo trovato tutto annerito

Si sa, purtroppo l’ossidazione dell’argento è un fenomeno molto comune ed inevitabile ed è dovuto a particolari reazioni chimiche. Esistono però delle accortezze che ci permettono di conservare l’argento nel modo migliore per evitare l’ossidazione.

Prima analizzare questi trucchetti che ci permettono di conservare l’argento nel migliore dei modi per evitarne l’ossidazione, è necessario spiegare come mai avviene questo processo. 

IL PROCESSO DI OSSIDAZIONE: COME FUNZIONA 

 

L’argento maggiormente usato in gioielleria è l’argento sterling 925, costituito dal 92,5% da argento e dal 7,5% da un altro metallo, solitamente dal rame. 

L’unione dell’argento con un altro metallo permette all’argento di essere lavorato per la produzione di gioielli: l’argento puro, infatti, risulterebbe troppo duttile e malleabile. 

Quando il rame entra a contatto con l’ossigeno si attiva il fenomeno dell’ossidazione, la reazione tra un metallo che si combina con l'ossigeno per dare il corrispondente ossido: il metallo subisce una sottrazione di elettroni da parte dell'ossigeno, poiché quest'ultimo è più elettronegativo di qualsiasi metallo. 

Questo spiega perché i gioielli abbandonati su un comodino si anneriscono più velocemente rispetto a quelli riposti in un luogo buio ed asciutto. 

Adesso che abbiamo visto brevemente come funzione il processo di ossidazione, vediamo i metodi che ci permettono di conservare l’argento nel migliore dei modi per evitarne l’ossidazione. 

COME CONSERVARE L’ARGENTO NEL MIGLIORE DEI MODI: EVITA SCATOLE TROPPO PICCOLE

Non riponete i gioielli tutti insieme nella stessa scatola, questo, oltre a rigare e rovinare i nostri gioielli, accelererà il processo di ossidazione. Teneteli in scatoline separate e più spaziose oppure all’interno di un portagioie. Quest’ultimi, oltre ad essere acquistati online e nei negozi, possono essere facilmente realizzati utilizzando qualche vecchio oggetto dimenticato in soffitta e destinato ad essere gettato. Può essere una scatola in latta che conteneva biscotti, una vecchia borsa o un libro, perché è vero, strade della fantasia sono infinite. 

COME CONSERVARE L’ARGENTO NEL MIGLIORE DEI MODI: EVITA UMIDITÀ E LUCE SOLARE

I gioielli in argento non dovrebbero mai entrare in contatto con ambienti umidi. Per questa ragione, soprattutto se vivete in località di mare o vicino a corsi d’acqua, è consigliabile inserire il proprio gioiello in sacchettini essiccanti. 

Anche la luce solare dovrebbe essere evitata perché l’argento rischia di perdere di brillantezza: riponete i vostri gioielli in un luogo ombreggiato e poco illuminato ed evitate di metterli vicino alle finestre per ridurre il più possibile il contatto della luce solare con i vostri gioielli. 

 COME CONSERVARE L’ARGENTO NEL MIGLIORE DEI MODI: RIPONETE I VOSTRI GIOIELLI IN SACCHETTINI 

Spesso quando vengono acquistati i gioielli in argento vengono riposti in sacchettini di plastica o di cotone. È consigliato non gettare via i sacchettini ma utilizzarli per poterci riporre i vostri gioielli in argento quando avete finito di indossarli. Così facendo, ciascuno dei vostri gioielli starà da solo e non si rovinerà. 

Se vivete in luoghi umidi. è opportuno inserire i vostri gioielli in argento in sacchettini essiccanti. Ecco alcuni esempi

COME CONSERVARE L’ARGENTO NEL MIGLIORE DEI MODI: RITIRARLI PULITI 

Questa affermazione potrebbe sembrare banale ma in realtà non è scontata! 

I metalli hanno bisogno di pulizia, quindi ogni volta che riponete i vostri gioielli in argento nel loro sacchettino o nel portagioie, ricordatevi di pulirli con un panno pulito. 

I nostri gioielli Happy Family contengono l’Happy Cream, una cremina che permette di pulire i vostri gioielli velocemente, lasciandoli lucidi e splendenti! 

Vuoi condividere questo post?